lunedì 20 marzo 2017

Disponibile il Report Operativo n°181 del 20 marzo 2017 - SOLO per gli ABBONATI.

E' disponibile da stamani 20 marzo 2017 il numero 181 del Report Operativo di XTraderNet

SOLO PER GLI ABBONATI !

Operazioni positive chiuse questa settimana: 
  CNH Industrial +0,89%
 
Operazioni positive in corso: 
Buzzi Unicem +2,38%;
Tenaris +1,47%;
SHORT Banca Mediolanum +2,2%

Alla data del 6 marzo 2017 la performance totale del portafoglio di XTraderNet ha generato in quarantadue mesi un profitto lordo del +161,11% pari al +43,94% su base annua

Se sei interessato alle modalità di abbonamento al Report Operativo scrivi a: piersolda@libero.it
 
 

giovedì 16 marzo 2017

CNH Industrial incerta sul breakout di 9,10 euro. Profitto +2,6%.

CNH Industrial (vedi aggiornamento precedente) si porta oggi fino ad un massimo di 9,31 euro, ma torna indietro sui 9,22 configurando una shooting star. Se il prezzo del titolo dovesse arretrare nuovamente sotto quota 9,10 euro potrebbe diventare pericolosa e rischierebbe l'inversione di tendenza. Per il momento siamo in profitto lordo del +2,6% sulla posizione aperta la scorsa settimana a breakout dei 9,00 euro, e la manteniamo ancora con obiettivo a quota 9,73/75 euro. Spostiamo però il trailing profit sotto quota 9,10 euro dove andremo a consolidare un profitto minimo del +1%, senza rischiare più nulla su questa operazione.

Island reversal per Tenaris che balza in gap up a 15,25 euro. Profitto +2,27%.

Tenaris ha effettuato un doppio massimo di breve periodo nell'area di resistenza statica posta a quota 17,30 euro tra l'inizio e la fine del mese di gennaio, configurazione che è stata confermata con l'arretramento del prezzo sotto 16,45 euro. Il ridimensionamento del titolo è proseguito fino ai minimi di questa settimana segnati martedì 14 marzo a 14,49 euro per azione, e sul grafico è possibile individuare chiaramente un trend ribassista (canale rosso discendente). Il test della base di questo stesso trend, avvenuto più volte tra questa settimana e la scorsa, ha frenato la discesa del prezzo nell'area 14,50/15,00 euro, e tra questi due livelli si è formata una classica figura di island reversal (gap down del 9 marzo e gap up tra ieri, mercoledì 15 marzo, e oggi, giovedì 16). Nel report operativo n°180 di lunedì 13 marzo 2017 si suggeriva di monitorare il titolo Tenaris per tentare l'acquisto in caso di ritorno del prezzo sopra quota 15,00 euro, con stop loss sotto 14,58 euro e obiettivo di rimbalzo a 15,90 (parte superiore del trend), con target intermedio 15,45/50 euro. Il segnale di acquisto è scattato nella seduta di ieri 15 marzo, e oggi l'apertura in gap up, con salita in intraday fino a 15,44 euro, ha mandato la posizione direttamente in profitto lordo del +2,3% circa. Possiamo mantenere la posizione spostando l'uscita dalla stessa sotto quota 14,90 euro, in modo tale da ridurre il rischio dell'operazione, con target sempre in area 15,45/50 euro.

lunedì 13 marzo 2017

Disponibile il Report Operativo n°180 del 13 marzo 2017 - SOLO per gli ABBONATI.

E' disponibile da stamani 13 marzo 2017 il numero 180 del Report Operativo di XTraderNet

SOLO PER GLI ABBONATI !

Operazioni positive chiuse questa settimana: 
  BPER +11,41%
Unicredit +12,25%
Moncler +0,16%
   
Operazioni positive in corso: 
CNH Industrial +0,8%;

Alla data del 6 marzo 2017 la performance totale del portafoglio di XTraderNet ha generato in quarantadue mesi un profitto lordo del +161,11% pari al +43,94% su base annua

Se sei interessato alle modalità di abbonamento al Report Operativo scrivi a: piersolda@libero.it

venerdì 10 marzo 2017

CNH Industrial supera i 9,00 euro. Profitto +1,5%.

CNH Industrial si muove in un chiaro trend rialzista dal novembre del 2016 e il prezzo ha raggiunto l'area di resistenza statica situata tra i 9,00 e i 9,10 euro, mettendo a segno un rialzo del +40% in poco più di quattro mesi. Nel breve periodo, dall'inizio del mese di febbraio scorso, CNH ha congestionato in un canale orizzontale molto preciso e compreso tra gli 8,65 e i 9,10 euro per azione. Dato che siamo poco lontani dai massimi storici, questa fase può essere interpretata come distributiva, e quindi come possibile segnale d'inversione, oppure riaccumulativa, e cioè come segnale di continuazione del trend positivo in essere. Nel report operativo n°179 di lunedì 6 marzo 2017 si suggeriva di monitrare il titolo CNH per tentare l'acquisto sopra 9,00 euro (anticipando quindi l'eventuale breakout della resistenza tecnica a 9,10 euro) con stop loss sotto 8,85 euro e primo obiettivo 9,73/75 euro. IL segnale di acquisto è entrato mercoledì 8 marzo, e per il momento il prezzo non va in accelerazione come ci attendevamo rimanendo sotto il massimo di ieri segnato a 9,22 euro. Siamo in profitto lordo del +1,5% circa al prezzo di 9,13 euro e manteniamo la posizione sempre con stop loss originario sotto 8,85 euro, livello al quale passerà la prossima settimana anche il supporto dinamico principale.

mercoledì 8 marzo 2017

Moncler tocca 19,64 euro e configura una shooting star.

Stamani Moncler tenta di strappare al rialzo oltre i 19,60 euro per azione, parte superiore del trend rialzista primario, toccando un  massimo a 19,64, ma viene respinta a 19,40 euro configurando una shooting star. Siamo sempre in profitto lordo del +0,7% (vedi aggiornamento precedente) e manteniamo con obiettivo sempre a 21,00 euro. L'eventuale arretramento sotto 19,30 potrebbe però diventare pericoloso, considerando che abbiamo anche una situazione di ipercomprato sullo stocastico lento e che il titolo si trova come detto a ridosso della parte superiore del canale ascendente primario. Posizioniamo quindi l'uscita sotto 19,30 euro in modo tale da bloccare un profitto minimo frazionale che ci consentirà di non rischiare più nulla e di coprire anche le spese dell'operazione. 

martedì 7 marzo 2017

Moncler si ferma a 19,40 dopo lo strappo al rialzo. Profitto +0,7%.


Moncler ha strappato al rialzo la scorsa settimana effettuando un breakaway gap up sulla resistenza statica dei 18,20 euro, e nelle ultime sedute ha consolidato attorno a 19,20 euro, toccando nuovi massimi storici a 19,42 euro. La classica configurazione di bullish pennant, con possibile continuazione al rialzo, confermata dalla dinamica dei volumi (in forte rialzo sul breakout e in contrazione sul consolidamento) ci ha indotto a segnalare il titolo nel report operativo n°179 di lunedì 6 marzo 2017, con la seguente strategia operativa: acquisto sopra 19,25 euro con stop loss sotto 18,88 euro e target primo a 21 euro. Il segnale è scattato con il movimento di ieri ma il prezzo non è andato oltre quota 19,39 euro. Siamo in lieve profitto del +0,7% e per il momento manteniamo la posizione alzando però l'uscita in stop loss sotto quota 19,03 euro, in modo tale da ridurre il rischio su questa operazione. Obiettivo sempre a 21 euro.

lunedì 6 marzo 2017

Disponibile il Report Operativo n°179 del 6 marzo 2017 - SOLO per gli ABBONATI.

E' disponibile da stamani 6 marzo 2017 il numero 179 del Report Operativo di XTraderNet

SOLO PER GLI ABBONATI !

Operazioni positive chiuse questa settimana: 
 
 Leonardo-Finmeccanica +15,17%
Azimut +2,47%
FCA +1,9%
STM +0,9% 
   
Operazioni positive in corso: 
 
Unicredit +13,56%;
BPER +12,86%

Alla data del 19 dicembre 2016 la performance totale del portafoglio di XTraderNet ha generato in quarantadue mesi un profitto lordo del +148,63% pari al +42,5% su base annua

Se sei interessato alle modalità di abbonamento al Report Operativo scrivi a: piersolda@libero.it
 
 

venerdì 3 marzo 2017

STM doppio massimo a 14,82 euro. Trailing sotto 14,60 euro.


STM non riesce a proseguire oltre il massimo intraday di ieri a 14,82, toccato anche oggi, e tende a tornare verso la prima area di supporto collocata a quota 14,60 euro. Siamo sempre in lieve profitto lordo del +1,3% (al prezzo di 14,65 euro), e a questo punto alziamo il trailing profit sotto 14,60 euro (come da segnale twitter di stamani) e puntiamo sempre ai 15,00 euro.

Azimut fatica sulla resistenza a 16,25 euro. Profitto +3,16%.


Azimut sale sui 16,30 euro appena oltre la resistenza individuata a 16,25 euro, ma per il momento non effettua nessuna accelerazione al rialzo. La posizione che abbiamo aperto lo scorso 24 febbraio a 15,80 euro registra attualmente un profitto lordo del +3,16% (vedi aggiornamento precedente) e a questo punto alziamo il take profit sotto 16,20 euro per salvaguardare un profitto minimo del +2,53%, e rimaniamo in posizione sempre con obiettivo 17,00 euro (intermedio 16,70 euro).

Finmeccanica tocca 13,80 euro. Il profitto sfiora +17%.

Davvero bella questa posizione su Leonardo-Finmeccanica che non accenna a stornare sotto i nostri livelli di trailing profit, che via via andiamo ogni giorno a spostare verso l'alto, facendo levitare il nostro profitto fin quasi al +17% lordo. A questo punto vediamo se ha ulteriore forza per andare ad effettuare il breakout dei 13,80 euro, livello oltre il quale avrebbe spazio fino a quota 14,00 euro. Spostiamo ancora l'asticella del take profit da 13,40 a 13,60 euro, livello al quale andremo a consolidare un profitto minimo del +15,25%.

BPER ancora in salita tocca 4,60 euro. Profitto +11,65%.


BPER continua il movimento ascendente in maniera piuttosto regolare, senza sbalzi di volatilità, e raggiunge quota 4,60 euro facendo salire il profitto lordo sulla nostra posizione a +11,65% (vedi aggiornamenti precedenti). Manteniamo sempre con obiettivo 4,70 euro e trailing profit sotto 4,53 euro, livello al quale bloccheremo un profitto minimo del +9,95%. 

Unicredit centra il secondo obiettivo a 13,75 euro. Profitto +12,35%.

Torniamo ad aggiornare Unicredit che oggi sale ancora a centrare con estrema precisione il nostro secondo target posto a quota 13,75 euro (vedi aggiornamenti precedenti), e mentre sto scrivendo questo aggiornamento il prezzo continua a salire fino a 13,83 euro, facendoci registrare un profitto lordo sulla posizione pari al +13%. Manteniamo sempre con la massima tranquillità spostando il trailing profit sotto quota 13,50 euro, livello al quale andremo a consolidare un profitto lordo minimo del +10,3%. Il nuovo obiettivo è collocato a quota 14,25/30 euro per azione. Seguiamo sempre con la massima attenzione.

giovedì 2 marzo 2017

STM segna a fatica nuovi massimi di periodo. Profitto vicino al +1%.

STM sale lievemente alternando sedute positive a sedute negative caraterizzate da small candles e mantiene per il momento il forte trend rialzista di breve periodo iniziato a fine gennaio con il breakout degli 11 euro. Il supporto dinamico ascendente che guida questo trend passa attualmente a quota 14,25 euro. Dopo il gain del +5% della scorsa settimana siamo rientrati sul titolo con il breakout dei 14,45 euro, come suggerito nel report operativo dello scorso 27 febbraio 2017, con stop loss sotto 14,15 euro e primo obiettivo 15,00 euro (target intermedio 14,75 euro). Oggi il prezzo di STM è salito ancora fino a 14,79 euro nell'intraday, portandoci in profitto lordo del +2,28%, ma sta tornando sui suoi passi e ritraccia a 14,60, e il nostro guadagno si ridimensiona a circa +1%. Lo stocastico lento è in ipercomprato da parecchio tempo, e il momentum del titolo appare troppo tirato, quindi se a brevissimo termine non si dovesse assistere ad una nuova accelerazione rialzista fino a 15 euro la situazione potrebbe diventare pericolosa. Spostiamo dunque l'uscita sotto 14,45 euro per non rischiare più nulla su questa operazione e per il momento manteniamo sempre con obiettivi 15 e poi 15,40 euro senza farci prendere dal nervosismo.

Unicredit oltre il primo target sale a 13,30 euro. Profitto +8,82%.

Unicredit prosegue il movimento al rialzo e va a superare il primo target collocato a quota 13,20 euro, portandosi a 13,30 euro, con un massimo intraday a quota 13,39. Il profitto lordo, sulla nostra posizione aperta a 12,24 euro lo scorso lunedì, sale al +8,82% (vedi aggiornamenti precedenti) e manteniamo con la massima tranquillità spostando il trailing profit sotto quota 13,20 euro, livello al quale consolideremo un profitto lordo minimo del +7,84%. Puntiamo al secondo target posto a quota 13,75 euro. che potrebbe essere alla portata nei prossimi giorni.